venerdì 12 settembre 2014

Beppe Grillo e l'ebola: una bufala!... anzi no, morirete tutti!

-
Nel giro di sole due settimane, dal 29 agosto al 12 settembre, Beppe Grillo ha prima rilanciato su Twitter un delirante post relativo alla "bufala ebola", per poi cavalcare il "terrore" causato dal virus della febbre emorragica con un post in cui si arriva persino a citare il "cinema splatter". Come se non bastasse, ha pure corredato il tutto con una foto che nulla ha a che fare con l'ebola: il corpo senza vita che vedete nel secondo tweet, qui sotto, è di un civile vittima della guerriglia in Rhodesia. È questo il modo in cui il leader di una delle più importanti forze politiche del Paese tratta un argomento tanto complesso e delicato. Dalla "bufala ebola" al "terrore ebola", anche con immagini fake.

Update: sul blog di Grillo l'immagine fake del corpo dilaniato è sparita. Scuse o precisazioni: non pervenute.


giovedì 11 settembre 2014

Orsa Daniza: Lega Nord prima e dopo

-
(Salvini oggi, la Lega a luglio 2011)


[qui la nostra raccolta sul sito dell'Espresso]

martedì 9 settembre 2014

Ma #comeselfa il Partito Democratico durante l'informativa sull'estremismo islamico!...

-
La concentrazione di Sabrina Capozzolo e Francesco Bonifazi, deputati del Partito Democratico, durante linformativa sull’estremismo islamico che il ministro degli Interni Alfano ha tenuto oggi alla Camera.


- foto: @ilpost -

domenica 7 settembre 2014

Matteo Renzi ha appena pubblicato questo selfie per poi farlo immediatamente sparire

-
Ma #comeselfa il Matthew! (Ma dopo pochissimi minuti ha eliminato il tweet)


A Cernobbio Casaleggio parla troppo: Trichet gli spegne il microfono. Ed il Fatto Quotidiano "ammorbidisce" la notizia...

-
Cernobbio (Como), 6 apr. (LaPresse) - Il leader del M5S Gianroberto Casaleggio, relatore insieme al ministro dell'Istruzione Stefania Giannini di un incontro sull'educazione al Workshop Ambrosetti a Cernobbio (Como), ha tenuto un intervento "troppo prolisso e fuori tema" tanto che l'ex presidente della Bce Jean Claude Trichet, che moderava il dibattito, gli ha chiuso il microfono.
E fin qui ci siamo. La notizia, uscita ieri, oggi è stata ripresa ovunque. La cosa interessante riguarda il modo in cui è stata trattata dal sito del Fatto Quotidiano. Il pezzo, pubblicato sabato 6, è sparito nel giro di un attimo: per poi riapparire solamente oggi (in seguito alla nostra segnalazione) ma in una versione più blanda, "moderata", in cui si fanno persino sparire i "mugugni" del pubblico di Cernobbio. Come al solito è possibile reperire l'articolo originale tramite cache di google o di un aggregatore come feedly. Ma bando alle ciance, ecco le due versioni a confronto.

http://1.bp.blogspot.com/-kNAUPmID1zw/VAyNVIliynI/AAAAAAAAr1M/YOG5qae_JA4/s1600/Fatto%2BQuotidiano%2Bsu%2BCasaleggio%2Ba%2BCernobbio%2B-%2BNonleggerlo.png

- clicca per ingrandire / grazie @angelerrimo e Cristoforo Nardone -

sabato 6 settembre 2014

La sceneggiatrice del film su Gelli: "Silvio fu allontanato dalla P2 a causa di coca e mignotte"

-
Michela Scolari, sceneggiatrice del film su Licio Gelli "Endgame - Finale di partita" (uscirà a fine 2015), intervistata dal Fatto Quotidiano.
Berlusconi passa ancora da casa Gelli?
Nel 2011, una delle prime volte in cui ero lì, Berlusconi chiamò. Era terrorizzato, doveva fare un discorso alla nazione e chiese a Licio di scriverglielo. Lui lo fece. Due giorni dopo ero a casa di mia madre e vidi in tivù Berlusconi: ‘Mamma, io questo discorso l’ho già sentito’. Era uguale a quello di Licio. Poco dopo nacque il governo Monti.

Berlusconi era iscritto alla P2.
Fu allontanato non per sua scelta, ma perché andava a mignotte e si faceva di coca. Inaccettabile per le regole della massoneria.
...

giovedì 4 settembre 2014

"Ciao Mick, ecco due salami"

-
L'appello dell'onorevole m5s Manlio Di Stefano. Rivolto a Mick Jagger. Sì, lo staff medico è già in viaggio.


mercoledì 3 settembre 2014

"La buona squola" di Matteo Renzi

-
Magari cominciamo dalla divisione in sillabe.

http://4.bp.blogspot.com/-Y6XpZ_uIWpI/VAdJDRAlSwI/AAAAAAAArz0/FeqtT1N34pM/s1600/BwnV6_wCUAAfAms.jpg

- clicca per ingrandire / via Luca Buldorini -

Update: dal ministero dell'Istruzione mi dicono che è stato corretto, e che il problema sarebbe dipeso dalle impostazioni di Adobe, "settato in inglese". Sarà, ma vista l'importanza del documento una riletta si poteva pure dare.

martedì 2 settembre 2014

Quando pensi di aver visto tutto, ecco la "Festa renziana"

-
Ero certo fosse un fotomontaggio. E invece.


Lo storico paroliere di Julio Iglesias: "La mia canzone per la ministra Boschi"

-

Imperdibile agenzia Ansa (sì, è tutto finito).
"Ringrazio Gianni Belfiore, lo storico paroliere di Julio Iglesias per avermi dedicato una canzone. Anzi mi meraviglio che abbia scelto proprio me! Io amo la melodia italiana e nonostante non appartengano alla mia generazione, conosco le canzoni più celebri di Julio Iglesias da 'Se mi lasci non vale' a 'Manuela'". Così il ministro Maria Elena Boschi, commenta in esclusiva con “Chi”, nel numero in edicola mercoledì 3 settembre, il testo della canzone scritta in suo onore da Gianni Belfiore, storico paroliere di Julio Iglesias ma anche di Raffaella Carrà e Fred Bongusto. Belfiore ha scritto per il ministro Boschi il brano intitolato “Immagine” e ha rivelato in anteprima il testo al settimanale diretto da Alfonso Signorini. La prima strofa della canzone recita: "A prima vista fai innamorare per quel tuo fascino vellutato che non si lascia decifrare, sei come la compagna di scuola del liceo, il simbolo dell’amore dove il sesso si fa reo”.

"Ho scritto una canzone per lei perché la Boschi emana un carisma che nemmeno lei sa di avere", spiega Gianni Belfiore. "Ha un alone di mistero e sensualità non comune. E’ giovane e tosta ma poi, alla sera si ritrova triste e sola davanti alla tv. Tutto ciò è molto umano".
"Dalle parole di Belfiore", commenta il ministro Boschi "arriva un augurio a me e a tutte le donne della mia età a trovare la persona adatta con la quale condividere la vita. Certo io l’ho sempre dichiarato che sarei felice di trovarla e di avere dei figli. Non sono assolutamente alla spasmodica ricerca di un fidanzato, ma è normale che avverta una simile esigenza in questo momento della vita, anche se il mio impegno principale resta quello istituzionale".

E su chi vedrebbe come interprete della canzone a lei dedicata Maria Elena Boschi dice: "Cremonini è bravissimo e a me piacerebbe sentirlo cantare, ma credo che scriva da solo le sue canzoni. E poi chissà se si trova qualcuno disposto a cantare una canzone scritta per un ministro".
(qui il testo della canzone)