++ Ci si rivede a settembre.


venerdì 25 maggio 2012

Sempre per quella storia dell'autorevolezza.

-
E' successo tutto in poche ore. Praticamente in contemporanea. Mentre il Cavaliere ed Angelino Alfano presentavano al Senato "la più grande novità della storia politica italiana" - e cioè la solita supercazzola costituzionale immediatamente spernacchiata da tutto il Paese - nel preciso istante in cui il nostro ex Premier rilanciava la sua candidatura alla Presidenza della Repubblica 2013, in tutto il mondo cominciava a circolare vorticosamente una curiosa notizia. Quale? La notizia della papi-girl sudamericana che allietava "le serate burlesque di Berlusconi travestendosi da Barack Obama".


...

35 commenti :

Anonimo ha detto...

M'aveva colpito che in uno degli ultimi giorni di regno, con l'Italia a due passi dal baratro avesse incontrato Obama e gli avesse parlato delle toghe rosse.

Non avevo rpoprio capito quale fosse la relazione (e neanche Obama che lo guardo' male).

Ora, quantomeno ho capito l'associazione di idee che aveva fatta il tappetto.

Anonimo ha detto...

Anche adesso riesce a farci prendere per il c*lo da tutto il mondo....

Granduca di Moletania ha detto...

Se questo diventa Presidente della Repubblica, sai che corazzieri circolano per il Quirinale ?

Anonimo ha detto...

uno dei commenti dal sito: -And, folks, when the day is too boring or other news is too straight-laced, tune in to Italian politics and politicians for interesting and humourous sexual peccadillo.-

Anonimo ha detto...

dopo 50 anni di ricostruzione economica e morale dopo la II° guerra mondiale a causa di un folle B. conquistatore colonialista, siamo punto da capo per colpa di un altro B. conquistatore di mutande.

reG

Anonimo ha detto...

è un genio! Ha ottenuto quel che desiderava, farsi ricordare anche dopo morto, come impenitente cacciatore di mutande, cultore di passerine e fine dicitore di barzellette a tema erotico!
Niente male per un ex capo di governo dell'ottava nazione più evoluta del pianeta.

XXX

Anonimo ha detto...

Ronaldihno? Celo
Ibraimovich? Celo
Bocassino? Celo
Obama? Celo
Bondi, Fede, Mora? Celo

Presidenza della Repubblica per chiari meriti morali? Manca

Anonimo ha detto...

I suoi lecchini lo chiamavano statista... ma mi faccia il piacere!!!

Anonimo ha detto...

Ma i chi parlano i lecchini quando dicono "statista"???, certo non di berlusconi, il quale ha dato certezza del non saper fare senza i DOVUTI consigliori.

Anonimo ha detto...

Non gli bastava la sera per il bunga bunga, adesso si impasticca anche la mattina presto per la presidenza.

Anonimo ha detto...

Forse anche alla Polanko ha detto di "fare la pazza" ?

Il bresciano ha detto...

Ma quel genio di Ghedini, quando ha detto alla Polanco di raccontare la storia del "travestimento-burlesque" per imitare Boccassini, Obama, ecc.., si rendeva conto che la notizia, soprattutto per quanto riguarda il presidente USA, avrebbe suscitato un vespaio e avrebbe ulteriormente ridicolizzato er Pompetta e, purtroppo, tutti gli Italiani ? E questo imbecille sarebbe l'avvocato geniale ? E Berlusconi che, secondo il ragionier Spinelli, avrebbe speso 20 milioni di euro per le orge con le prostitute-olgettine ,é un uomo d'affari avveduto ed un Presidente sano di mente ? L'intervento chirurgico per inserire la protesi di plastica, nei genitali, attivata con la pompetta, lo ha sicuramente sconvolto mentalmente, tanto da ritenersi un autentico superman( ma senza orgasmo !), in grado di accoppiarsi per ore con diverse donne. Insomma, un disturbato mentale(come ha affermato l'ex-moglie), con evidente sindrome narcisistica di natura sessuale, eletto Capo del Governo ! E questo malato, circondato da nugoli di opportunisti-leccapiedi-meretrici-mafiosi che lo spolpano,lo incitano e lo esaltano, é ancora convinto di poter diventare Presidente della Repubblica ! RIUSCIREMO A VENIR FUORI DA QUESTA ORRIBILE SCENEGGIATA, CHE DA 20 ANNI DEVASTA IL NOSTRO PAESE,RIDICOLIZZATO DAL MONDO INTERO ? E' possibile che ci siano ancora milioni di elettori italiani sprovveduti che credono alle stupidaggini propalate da questo sballato e dal suo partito di cartapesta ?

Anonimo ha detto...

Certo che il bresciano è veramente incazzato. manco se il premier gli avesse scopato la sua donna. Ma in casa non ha meglio da fare?

Anonimo ha detto...

facepalm

Anonimo ha detto...

Posso dire MA STI C***I ?!?!
Purtroppo devo pensare a come il Professore ha aumentato le tasse a noi operai invece che farle pagare di + ai ricchi. Ohps...ma quello amico dei ricchi era il nano, il Prof invece è quello equo

Anonimo ha detto...

dato per scontato che il Bresciano ha ragione da vendere, si può discutere sul linguaggio ma il concetto espresso è inoppugnabile.

Molti italiani non hanno capito una cippa di lippa sul danno che un solo essere umano ha causato a 60 milioni di persone più o meno assoggettate, nei 20 anni berlusconiani il debito pubblico italiano è aumentato di oltre 300miliardi di euro che banche straniere hanno acquistato a mani basse, ora l'Italia non riesce a far fronte a quei debiti regalando spred e speculazione agli "stranieri" senza scrupoli.

Mentre il più grande donnaiolo degli ultimi 150 anni (Rocco S. è un dilettante) si trastullava giocando con le tv e passerine danzanti le cricche intorno a lui dissanguavano il paese, nel frattempo l'opposizione politica faceva da palo... della lapdance.

Cari connazionali, B. mi fa pena come uomo saturo di problemi personali, ma provo schifo per quelli che consapevoli dell'handicap ne hanno approfittato, ma provo ancora più schifo per quei nostri connazionali creduloni che lo hanno sostenuto credendo nel mito dell'uomo forte, come se Benito non fosse bastato.

XXX

sarmesmo ha detto...

vabè barack se la ride

Xanthe ha detto...

Ciò che trovo spesso desolante sono i commenti di alcuni lettori del Guardian agli articoli attuali sull’Italia. Ultimamente sostengono che nessuna notizia internazionale li faceva scompisciare come quelle che riguardavano il nostro paese sotto Berlusconi - come se stessero guardando un geniale film satirico anziché leggere un quotidiano. Se non foste italiani non accogliereste notizie come quelle della Polanco vestita da Obama o Boccassini in modo simile ai lettori del Guardian?

Comunque gira che ti rigira, vuoi vedere che Berlusconi è annoiato dai soliti corpicini sodi e perfetti del genere Olgettine, e in realtà fantastica selvaggiamente su figure di donne dominanti (o percepite come tali) quali Merkel, Boccassini e via discorrendo? Sono accadute cose MOLTO più strane sotto il sole! :-)

Il bresciano ha detto...

Per l'anonimo berlusconiano del 26/5,ore 01.02. Volevo "definirti". Ma ringrazio l'anonimo delle 10.52 e Xanthe(21.27) che mi hanno anticipato e che hanno descritto, in maniera esaustiva(per l'esiguo spazio di un post), le CONSEGUENZE DEVASTANTI PROVOCATE, IN ITALIA E ALL'ESTERO, DALL'ASSURDO COMPORTAMENTO,POLITICO E PERSONALE, DELLO "SBALLATO DI ARCORE" .

Anonimo ha detto...

Ma state seguendo il processo in Francia contro Strauss-Kahn? La filosofia del libertino spiegata cortesemente al giudice donna ahilei sprovveduta rispetto alla scienza impudica. Voi sapete qual è il vero stimolo di un libertino? Direte: quello genitale. Sbagliato, il genitale segue, come l'intendenza. Prima viene il godimento intellettuale (attenzione: non istintivo), affinato da secoli di classici dell'erotismo che in Francia hanno avuto sempre buoni scrivani imitati in Italia però con prudenza editoriale. Non vi meravigliate dei festini di Strauss-Kahn e vi scandalizzate invece dei festini di Berlusconi? Il problema è vostro: ignorate le analogie e, soprattutto, l'anteposizione. Magnifici questi uomini che non si lasciano castrare dall'esercizio del potere, alienante, e rivendicano il libertinaggio dei costumi in privato, come si è sempre fatto per secoli, senza che nessuna Boccassini ficcasse il naso nelle loro mutande. Da uomo italiano di impresa, Berlusconi ha liberamente parlato di festini con le sue amiche in costume burlesque, ed ha dimostrato con le sue liberalità di avere un concetto rispettoso del lavoro dell'harem, mantenuto finanziariamente alla luce del sole. Da uomo francese di finanza, e quindi voltairriano per eccellenza, Strauss-Kahn ha rivendicato il diritto alla sessualità libertina senza freni inibitori. Punto. Perché ogni inibizione è frutto di una oppressione, ed è strano che gli epigoni del marxismo in gondoletta come Cacciari non capiscono il senso di libertà della sfrenatezza sessuale, proprio lui che dovrebbe aver studiato la storia delle impudicizie che hanno reso grande nel mondo Venezia, la Serenissima (tale proprio perché era soddisfatta sessualmente). Direte: e lo Stato, l'Etica? Allora non avete capito nulla. Chiedetelo a Justine, perché il marchese de Sade sarebbe disposto anche a dividerla con voi.

Xanthe ha detto...

@ XXX delle 10:52, concordo al 100% con Il bresciano che il tuo commento sia validissimo - direi uno dei migliori che io abbia letto su questo blog ultimamente (poi devo dire che in generale il livello dei commenti qui sia piuttosto elevato). Il bisogno (perché di un bisogno animale si tratta) della figura dell’uomo forte denota che nell’italiano ancora sopravvivono, purtroppo, aspetti culturali assolutamente poco evoluti, gravissimi quando sono presenti in una democrazia. E’ come se culturalmente e socialmente gli italiani individuali si fossero evoluti a velocità molto diverse (e qui il nord e il sud non c’entrano), con una sparuta minoranza di individui eccezionali e una maggioranza di esseri piuttosto primitivi. Molti di questi ultimi oggi tra l’altro occupano posizioni di comando e appartengono agli ambienti di elite economica. Possono essere i classici parvenu ignoranti, o il genere barbari leghisti, ma non necessariamente - possono anche possedere una superficiale patina di cultura, spesso ostentata o utilizzata per mistificare ed escludere (vedi i falsi intellettuali alla Ferrara).

Il più grande danno del Berlusconismo è stato proprio questo: consolidare un sistema che premia ciò che solletica il capriccio del sultano clinicamente malato di narcisismo patologico e in nessun caso adeguato a una carica istituzionale. Conseguenza di tutto ciò è anche un fiorire di sciacalli e approfittatori, superficialmente alleati del vulnerabile (psichicamente) premier. Una costante emorragia di risorse per tutti...

@ Anonimo delle 1:20, continua pure a citare a membro di segugio esempi da un’apparenza di cultura ostentata, che dovrebbero dimostrare "quanto sono ignoranti i sinistri che si credono tanto colti"; sono assolute perle di malafede "intellettuale" per i posteri. Ovviamente sai benissimo che Strauss-Kahn non è un uomo politico e istituzionale, che utilizza soldi pubblici per finanziare il proprio libertinaggio. E che il marquis de Sade non c’entra un emerito kat-soh. Strano tu non abbia citato Kennedy. Torna alla tua scala di Bristol, anonimo coprofago. :-D

Anonimo ha detto...

Xanthe, non hai la sapienza del paradosso, e quindi non riconosci i paradossi. Nessuna sentenza, nessuna adesione particolare ad uno stile di vita. Per il resto: tu pensi ai posteri, e pensi che le tue indignazioni siano roba da lasciare in eredità, più degne delle "perle" altrui. Tu il Divin Marchese non l'hai letto, e così ti sei perso sia la filosofia rivoluzionaria, sia la sessualità senza limiti. Ma non hai letto nemmeno le storie segrete della deboscia nel XIX e nel XX secolo, che hanno reso più intriganti le vicende politiche in Italia e nel resto di Europa. Quanto alla coprofagia, essa anche fa parte del godimento estremo, assieme alla "pioggia dorata". Non pratico nessuna delle due, ma non mi scandalizzerei se tu ne fossi tentata. Quando ai soldi pubblici per pagare i piaceri libertini, l'allusione è sbagliata: Berlusconi gratifica con i suoi danari le mille Xanthe che vogliano vedere l'effetto che fa. Non te la prendere. Io mi diverto.

Il bresciano ha detto...

All'anonimo delle 23.22(27-5).I tuoi sofismi pseudo-libertini sono patetici. Che c'entra la libertà sessuale , la gnoseologia erotica , con Berlusconi ? Ti affanni a giustificare ed elogiare lo "sballato di Arcore" citando persino il Divino Marchese ( che , peraltro, alternò la sua "residenza", per qualche decennio, tra prigione e manicomio), dimenticando la vera scaturigine della patologica frenesia esibizionistica di Don Silvio : UNA PROTESI DI PLASTICA CON RELATIVA POMPETTA ! Altro che libertà sessuale ! Altro che godimento intellettuale ! Altro che filosofia rivoluzionaria ! Ci manca pure che ti appelli all'orgone di Wilhelm Reich per nobilitare il penoso complesso d'inferiorità del vegliardo truffaldino. Che, come emerge dalle intercettazioni della stessa Minetti, fa retribuire le prestazioni delle sue peripatetiche con pubblici stipendi . Quando tu scrivi : " concetto rispettoso del lavoro dell'harem, mantenuto finanziariamente alla luce del sole...Berlusconi gratifica con i suoi denari...ecc." tenti disperatamente di far dimenticare a chi legge che diverse allegre fanciulle delle "cene eleganti" siedono sugli scranni del parlamento o dei Consigli Regionali, abbondantemente retribuite con i soldi dei cittadini italiani. Impoveriti dai devastanti governi del tuo idolo. LA LIBERTA' SESSUALE E' UN DIRITTO. LA PROSTITUZIONE (maschile o femminile) E' UNA SCELTA PERSONALE. MA ENTRAMBE NON DEVONO ESSERE "COMPENSATE" CON IL PUBBLICO DENARO. Nessuno vieta all'anziano "sballato" di esibirsi con avide professioniste dell'alcova . Ma non le retribuisca con i nostri soldi.

Xanthe ha detto...

"Da uomo francese di finanza, e quindi voltairriano per eccellenza"...

HAHAHA!

"Voltairriano per eccellenza". Ostrega, che materiale da urlo per un satirico che vorrebbe creare un monologo per un personaggio di finto intellettuale da due soldi! Ma sei una persona reale, o vuoi semplicemente intrattenerci? Quasi ogni frase lascia increduli, ma "voltairriano per eccellenza" somiglia proprio alla proverbiale ciliegina. Spettacolo.

Anonimo ha detto...

Le mantenute hanno il diritto di essere mantenute. La democrazia consente il diritto ad essere mantenuti a una pletora di maschi servili (magari senza fare fellatio, ma questo è un dettaglio ininfluente), non vedo perché lo stesso diritto il Bresciano (il tondino) non riconosca alle femmine servili (magari scopando, ma questo è un dettaglio ininfluente). La "pompetta"? Ma il Bresciano (il tondino) gliel'ha vista di persona, magari l'ha aiutato ad azionarla? Delle due l'una: o il Bresciano parla di politica applicando i codici del suo pudore, e allora non capisce un beneamato c...o della questione; oppure parla di erotismo applicando i codici del cesso, e allora non capisce niente della vita. Pensi, il Bresciano, al mostasu de le cossere, anziché all'uccello del sire.

Xanthe ha detto...

@ il bresciano, Anonimo (guarda tu che strano) sa benissimo che ogni parola da te scritta corrisponde ad assoluta verità. Lo sa. Ciò non gli impedisce comunque di mistificare i fatti oggettivi con una malafede che se solo non avessimo avuto gli ultimi venti anni che sappiamo, considererei stupefacente. Il vero libertinaggio è la libertà che Anonimo e tutti quelli come lui si prendono con la verità, e solo quello. Altrove vedo solo un uomo di potere anziano molto solo e molto malato (psichicamente), sfruttato fino all’inverosimile dai suoi presunti alleati e amici, che a loro volta dissanguano le risorse del nostro paese. Il moralismo e libertinaggio non c’entra un emerito e Anonimo LO SA.

Anonimo ha detto...

Xanthe, difensore d'ufficio del Bresciano. Scarsa preparazione sull'argomento "libertinaggio". Siete partiti da Berlusconi, vi hanno spinto su Strauss-Kahn, siete finiti a parlare di morale sessuale anziché di pratica politica. De Sade univa l'una all'altra, prima di finire in manicomio per aver smentito la prima e rivoltata la seconda. Gli uomini di potere anziani hanno il diritto alla sessualità come tutti gli anziani. Il potere è conferito attraverso elezioni e voti parlamentari; il sesso è conferito da madre natura. Aggredire il primo per avversione ideologica e cercare di impedire il secondo per pruderie, è un esercizio vano, come la storia insegna.

Il bresciano ha detto...

All'anonimo berlusconiano delle 15.13(28-5). Ti rispondo per l'ultima volta, perché le tue ripetitive argomentazioni suscitano ormai, in me, soltanto tedio ed indifferenza. E' inutile che, come un disco rotto, reiteri gli elogi del libertinismo illuministico, condannando miei presunti "codici " intimi. La critica di ciò che non esiste é una squallida finzione che utilizzi per mascherare l'assenza di logiche argomentazioni ed il vuoto culturale che ti tormenta . Soprattutto quando ti esibisci come difensore d'ufficio della patologica disonestà del "presidente bungabunga" . Se hai letto spesso i quotidiani e gli articoli pubblicati sui vari blog, per es. su Dagospia(che notoriamente riceve le soffiate dai "Servizi"), avrai appreso dell'intervento chirurgico a cui si é sottoposto, anni fa, il vegliardo di Arcore. Oggetto di commenti professionali da parte di medici, e di satiriche analisi da parte di giornalisti e vignettisti. Intervento chirurgico che, a detta dei suddetti medici, é molto diffuso tra anziani danarosi, delusi dal viagra, che, una volta "ristrutturati", si ritengono degni epigoni di Don Juan Tenorio. Questi "prodi amatori", però, a differenza del tuo ridicolo idolo, pagano di tasca loro le prestazioni delle accompagnatrici. Quando affermi che le "mantenute hanno il diritto di essere mantenute" perché la "democrazia consente..." meni il can per l'aia. Esiste forse una Costituzione di un qualsiasi Stato democratico che preveda l'erogazione di cospicui pubblici stipendi alle prostitute o alle mantenute ? Al contrario, nessuna norma codificata impedisce ad un qualsiasi privato cittadino di finanziare prostitute o mantenute. Io ritengo che tu sia un dirigente , ben remunerato, del PDL. Perché soltanto la "difesa del posto di lavoro" può spingerti a scrivere simili baggianate. Se invece sei soltanto un elettore del PDL, ammiratore dell' "uccello del sire" (l'espressione é tua), ti invito a recarti al più presto da uno psicologo o da uno psichiatra. Curati ! Sei ancora in tempo per guarire. Buona Fortuna !

Anonimo ha detto...

Il potere è sedere.

Xanthe ha detto...

@ il bresciano,

Permettimi un commento en passant; mi rivolgo a te, visto che Anonimo non vuole assolutamente dialogare, ma solo mistificare, come da sua job description. Vuole palesemente virare il discorso verso una questione di sesso. E quale gusto ci mette nelle sue ridicole ostentazioni, per insinuare che siamo bigotti ed esangui, incapaci di slacciarci il primo bottone della camicia e i polsini, goderci la vita e lasciarla godere agli altri! Ovviamente lo fa per allontanarci dal vero nocciolo della questione, non certo una questione di sesso tout court. La corruzione rimane endemica in Italia probabilmente da sempre, ma da decenni assistiamo ai più gravi abusi di potere che si siano mai visti nella storia repubblicana di questo paese. Il sesso, si sa, è un accessorio supplementare del potere, visto che gli "uomini forti" (o aspiranti tali) della storia hanno sempre usato la prestanza fisica, compresa quella puramente atletica (vedi Mao venerato per le sue traversate a nuoto del fiume Yangzi), per abbagliare le masse ancora presumibilmente arretrate abbastanza culturalmente per cercare nei propri leader figure di maschi Alfa molto tradizionali. Nei branchi di lupi o cani in stato brado è il maschio Alfa l’esemplare più forte fisicamente e che si accoppia.

E’ davvero completamente irrilevante se Berlusconi abbia un membro come una locomotiva o usi una pompetta. Per favore, non lasciamoci distrarre su simili questioni: Anonimo macina messaggi che lo fanno sembrare un incrocio fra Ferrara e il Fuxas di Crozza. Ignoriamolo: mistifica sapendo di mistificare.

Anonimo ha detto...

Ah, che bella antologia per la mia prossima lezione sulla retorica dll'intransigenza. Grazie.

Il bresciano ha detto...

Per Xanthe. Condivido ovviamente le tue idee ed il tuo consiglio (evitare la "tecnica di distrazione" dell'anonimo berlusconiano). Mi rimane, tuttavia, un interrogativo : cosa fare per contrastare un politico con evidenti, gravi "problemi psicologici" , che ottiene il potere grazie ad elettori disinformati da una subdola ma efficace propaganda dei media, da lui controllati ? Non dimentichiamo gli orrori del secolo scorso. Ovviamente le prostitute-mantenute stipendiate , per volontà del "Capo", da cittadini indifferenti o consenzienti non sono paragonabili, come reato, ai lager o ai gulag. Ma sempre reati sono. Saluti.

Anonimo ha detto...

"elettori disinformati da una subdola ma efficace propaganda dei media, da lui controllati"... Dice il bresciano, il quale non concepisce l'esistenza di gruppi di pressione (ben informati), di associazioni di categoria (ben informate), di organizzazioni professionali (ben informate), di gruppi di interesse (ben informati), di liberi individui (ben informati), ossia di quella sostanza sociale su cui si basa la democrazia liberale. Per cui il discorso del bresciano improntato solo a percezione emotiva e a moralismo, fa parte degli sfoghi da bar (che comunque determinano una fetta di consenso o di dissenso nelle competizioni elettorali), sui quali non si può fondare certo una politica di governo (se no dovremmo ammettere per buoni anche gli sfoghi separatisti di una parte della Lega). Quale tecnica di distrazione? Focalizzazione, invece, della questione essenziale. A proposito, vi è sfuggito l'editoriale di ieri del liberale Ostellino sul Corriere della Sera? Chissà quanti altri insulti e scemenze avreste riversato anche su di lui.

Xanthe ha detto...

@ il bresciano:

Caspita, la mia soluzione è valida quanto la tua! Direi che l’unico modo per contrastare le spore di regime totalitario che periodicamente ricicciano in Italia, trovando sempre terreno fertile in cui attecchire, è raccontando la verità. Ognuno coi propri mezzi. Le cortigiane sono solo un sintomo, non credo sia opportuno fare nulla per "punirle" (fatta eccezione per quelle come la Minetti che a loro volta diventano sfruttatrici, dunque responsabili di atti illegali).

Oggi sul Guardian c’è un articolo su Kim Jong-un, figlio del recentemente deceduto dittatore nord coreano Kim-Jong-il, e ovviamente suo erede. La giornalista del quotidiano britannico parla dei tentativi di farlo passare, agli occhi del popolo, come un grande atleta: in una foto riportata sul Guardian lo si vede fieramente in groppa a un focoso destriero, esattamente come se posasse per un monumeto equestre. Questo ragazzotto col doppio mento, che doma un possente equino... Il padre invece era una leggenda del golf, si narra. Beh, ecco, dicevo nel mio ultimo commento: più un leader politico si avvicina ad essere dittatore, più verranno messe in risalto le sue doti (presunte o reali) di virilità tradizionale, dunque di forza fisica e, in alcuni casi, prestanza sessuale. Suppongo che dipenda un pò anche dalla cultura del paese e dal genere di narcisismo del leader in questione (che potrebbe non riguardare la sua sfera sessuale). Fatto sta che un popolo ancora suscettibile al "fascino" del maschio Alfa di tipo arcaico viene ancora facilmente agganciato dai racconti di successi "materiali", aspettandosi poi che il proprio leader maximo susciti anche invidia e ammirazione, come una rock star. Al contrario, in una vera democrazia persino un impotente incapace di deambulare sulle proprie gambe (vedi Roosevelt) può incarnare la figura del leader, apprezzato per la capacità di gestire immense responsabilità collettive, anziché incarnare una proiezione ideale di bassa lega (ricco, privilegiato, impunito e atletica e/o gran scopatore, a secondo del caso).

Mi scuso se a volte mi ripeto, ma in fondo per contrastare le baggianate dei Berlusconiani bastano pochi concetti di base. Vi sono interi studi antropologici su questi fenomeni, espressi in maniera molto più esperta delle mie parole. Fatto sta che Anonimo, nonostante la barocca fuffa dialettica dei suoi commenti, esprime concetti provenienti dall’intestino crasso.

Anonimo ha detto...

No, dall'intestino tenue... Stringete un po' con i commenti, troppe parole per dire sempre la stessa cosa: "Odio Berlusconi e i suoi seguaci"